Makari, il mare e la roccia

Makari, il mare e la roccia

I dintorni di San Vito lo Capo

Il golfo di Makari, appena fuori il borgo di San Vito, è uno scorcio marino unico.

”Il tratto di mare e terra che va da capo San Vito al monte Cofano si candida a essere uno dei più belli del mondo, un teatro naturale fatto apposta per accogliere degnamente ogni giorno il tramonto del sole.”

La frase è di Roberto Alajmo ma, poesia a parte, deve essere il pensiero comune di ci si trovi a passare nei pressi del golfo di Makari quando la sfera rossa del sole incontra il mare siciliano.
Partiamo dal piccolo paesino di Macari, arroccato su un costone che sovrastata il Golfo di Castelluzzo su uno scenario senza eguali: il mare incastonato tra l'imponente mole di Monte Cofano e le falesie di Cala Mancina. Ma non è solo il panorama a tenere sospesi nel tempo. È la vita stessa del piccolo borgo, dove il rumore delle macchine è un ricordo ed il ritmo è quello lento dell’incessante alternarsi di quegli splendidi tramonti che, ogni sera, colorano di rosso il cielo ed il mare. E certe notti, quando la luna è piena, il riflesso si specchia sulle acque del golfo avvolgendo il panorama in un bianco e nero con riflessi d’argento che lascia senza fiato. Raggiungere il mare dal piccolo borgo è facilissimo, in pochissimi minuti d'auto si raggiungono le calette sottostanti, alcune delle quali sono degli angoli di paradiso.
Da qualche anno, all’inizio della stagione balneare, vengono allestiti due differenti parcheggi: uno dal lato di Macari, l'altro dal lato di Castelluzzo. Un trenino ecologico gratuito percorre incessantemente il tratto di costa e ti lascia nelle spiaggette della zona ! Mare cristallino e da sfondo distese desertiche (il sole siciliano picchia!) e l'asprezza dei monti che circondano, sui quali spicca monte Cofano.
Per fugare ogni dubbio basta vedere le recensioni dei turisti. Ma sono diversi gli angoli da vivere. C’è la spiaggetta di Isulidda, formata esclusivamente da ciottoli. Nonostante la sua piccola dimensione è amata da quanti cercano un angolo diverso dal solito per bagnarsi. Si trova proprio sotto il belvedere, accessibile in auto, poco prima di arrivare a San Vito Lo Capo. La spiaggetta è il posto ideale per ammirare il tramonto. Le acque antistanti degradano in maniera regolare e si prestano all’utilizzo anche da parte di bambini. La Calazza è una delle insenature più note della costa di Castelluzzo, molto ampia e in parte sabbiosa. Vicino c’è un bunker che risale all’ultima guerra quando probabilmente la zona era presidiata da militari considerato come da questo posto si possa ammirare l’intero golfo.
”Santa Margherita”, invece” è una splendida spiaggia di circa 250 mt, ottima alternativa a quella affollata di San Vito Lo Capo. I fondali sono bassi e pertanto è un luogo ideale per le famiglie con bambini. Sulla sinistra iniziano le scogliere dove è possibile vedere le tracce di antiche cave di tufo. Poi ci sono scorci particolari come Scaru Brucia, una piccola caletta formata da scogli molto piatti che permettono di sdraiarsi e prendere il sole. A pelo d’acqua c’è una piccola spiaggetta che permette di entrare in acqua comodamente.
Oppure ‘A Chianca (la lastra), un tratto di costa formato dai cosiddetti Trottoir, una piattaforma carbonatica litoranea che si espande verso il mare, formata in seguito ad un processo di cementificazione di gusci di alcune specie di molluschi. Una importante biostruttura tipica del Mar Mediterraneo, per molti versi simile alle barriere coralline. Il mare è subito profondo. Consigliate le scarpette da mare sia per non scivolare tra gli scogli, sia per uscire più agevolmente dall’acqua. In alcuni tratti della costa c’è anche un leggero strato di sabbia che consente di sdraiarsi comodamente.
Allontanandoci da San Vito troviamo le calette Aglialeddri, due splendide calette di ciottoli bianchi all’ingresso della Riserva di Monte Cofano. Da qui si domina tutto il golfo lontano dal frastuono della folla estiva. L’ingresso in acqua è facilitato dal naturale pendio della costa verso l’acqua. Adatto anche ai bambini anche se bisogna stare attenti poiché l’acqua profonda si trova a pochi metri dalla battigia.

 



  
pinterest
P.IVA 01592380818 - Credits